“” // Paste your Google Analytics code here ””

Si è concluso al 14° Rally Città di Arezzo, Crete Senesi e Valtiberina, il Challenge Raceday Rally Terra 2019/2020, 12^ stagione. Vincitore di questa stagione Alessandro Bettega, navigato da Paolo Cargnelutti su Skoda Fabia R5

Il 14° Rally Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina è stata l’ultima gara di questa 12^ stagione del Challenge Raceday Rally Terra.

Non ci poteva essere cornice migliore per concludere questa difficile stagione, su prove speciali spettacolari, che avevano visto le gesta dei campioni del passato del Campionato del Mondo Rally.

La gara si è svolta in due giornate (sabato 8 e domenica 9 agosto) ed è stata subito battaglia tra i 38 equipaggi partiti, dei quali 23 sono giunti alla fine.

Lo sloveno Novak ha preso il comando della classifica Raceday vincendo 3 delle 7 prove speciali in programma, gli altri vincitori delle prove sono stati Maselli/Piceno su Hyundai i20 che hanno vinto la terza PS; Nicolò Marchioro/Marchetti su Skoda Fabia R5 Evo, che hanno vinto la quarta e la quinta PS e vincitori delle due ultime PS Alessandro Bettega/Cargnelutti su Skoda Fabia R5.

Nell’ultimo tratto cronometrato Nicolò Marchioro ha preso il comando della gara vincendo la particolare classifica Raceday, seguito da Bettega e da Novak.

Nonostante il caldo e la tecnicità delle prove in programma tutto si è svolto al meglio e i partecipanti hanno battagliato per tutto il rally.

Ecco i vincitori principali del Challenge Raceday Rally Terra:

Bettega che era già in buona posizione in classifica prima di questa gara, nonostante una penalità è riuscito però nelle ultime due prove a recuperare il tempo perduto e vincendo la Power Stage Raceday (l’ultima prova della gara) ha raccolto i punti necessari per vincere la stagione, anche perché Gianmarco Donetto, leader prima dell’ultimo appuntamento ha lasciato la gara alla fine della prima giornata.

Secondo gradino del podio Raceday per un costante Christian Marchioro/Dall’Olmo su Skoda Fabia R5, che non ha mai mollato ed è riuscito a conquistare un’ottima seconda posizione nel Challenge.

Terzo Gianmarco Donetto/Giatti su Skoda Fabia R5, nonostante il ritiro, ma forte dei punti accumulati nelle gare precedenti.

Alex Raschi/Selva (Peugeot 208 VTI R2) erano già in testa tra le 2 Ruote Motrici e con questa gara hanno riaffermato la loro leadership oltre a vincere il Raceday Peugeot Competition.

Per la classifica Under 23 è stata la veloce e attenta Tamara Molinaro, navigata da Ciucci su Citroen C3 R5 ad aggiudicarsela. Così come si è aggiudicata anche la classifica Femminile.

La classifica Under 28 è stata vinta da Bucci/Barbieri (Renault Clio Sport R3).

La gara principale:

Anche tra i big la lotta è stata continua. Il finlandese Lindholm, navigato da Korhonen su Skoda Fabia R5, ha vinto quattro prove speciali ed è rimasto in testa alla gara sino all’ultimo tratto cronometrato poco prima del quale si è dovuto fermare a causa di problemi elettrici alla sua vettura.

Paolo Andreucci/Anna Andreussi su Citroen C3 R5, erano immediatamente dietro e ad ogni speciale davano del filo da torcere al finlandese. Il pluri campione toscano ha vinto la terza PS e ha sempre mantenuto un ritmo alto che gli ha permesso di vincere la gara, lasciando la vittoria nell’ultima speciale a Costenaro/Bardini (Skoda Fabia R5) che si è alla fine classificato terzo assoluto.

Secondi Campedelli/Canton (Ford Fiesta R5 Mk II) che nonostante avessero accusato qualche piccolo problema all’assetto della vettura hanno portato a termine una gara egregia.

Top ten 14° Rally Città di Arezzo Crete Senesi e Valtiberina:

1. Andreucci-Andreussi (Citroen C3 R5) in 47’59.6; 2. Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5 Mk II) a 28.0; 3. Costenaro-Bardini (Skoda Fabia R5) a 34.3; 4. Ceccoli-Capolongo (Hyundai I20 NG R5) a 51.0; 5. Gamba-Berutti (Skoda Fabia R5) a 1’10.0; 6. Marchioro-Marchetti (Skoda Fabia R5 Evo) a 1’14.8 (Raceday); 7. Bettega-Cargnelutti (Skoda Fabia R5) a 1’17.8 (Raceday); 8. Novak-Cevc (Skoda Fabia R5) a 1’32.6; 9 (Raceday). Fanari-Nicastri (Skoda Fabia R5) a 1’52.3 (Raceday); 10. Hoelbling-Fiorini (Hyundai I20 NG R5) a 2’04.0; 1

Grande soddisfazione da parte degli organizzatori della gara, Valtiberina Motorsport, che nonostante le difficoltà imposte dalle regole per arginare la pandemia, hanno portato a termine un ottimo rally.

Questa gara era valida anche per il TER Series (sia moderno che storico), dove i vincitori sono stati: tra le moderne: Assoluta: Andreucci, Bettega e Versace; Junior: Trevisani; 2 RM Raschi; Produzione: Marrini.  Per le vetture storiche (vinta da Sipsz su Lancia Stratos) e per il Cross-Country (vinta da Ventura su Yamaha YXZ 1000 R) e l’immancabile Raceday Peugeot Competition vinto da Raschi.

www.valtiberinamotorsport.it

www.terseries.com

Come sempre importante l’appoggio di DHL, OMP, Pirelli e il Peugeot Competition.

Guarda anche:

IL 14° RALLY “CITTA’ DI AREZZO-CRETE SENESI E VALTIBERINA” VIENE RINVIATO

In programma dal 20 al 22 marzo 2020, l’evento deve essere rinviato a data da …